Accedi

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami
Martedì 21 Maggio 2019

Condizioni accessorie piuttosto care

Fattura più cara del previsto? E’ quello che succede quando non si valutano con precisione le condizioni accessorie dell’offerta.


112 condizioni accessorie piuttosto careOgni azienda, durante l’arco di un anno, riceve decine di proposte di fornitura di energia elettrica o gas metano da parte di alcuni fornitori che millantano condizioni contrattuali in apparenza molto aggressive. I prezzi di vendita proposti farebbero ingolosire chiunque, tanto da credere di avere tra le mani la classica “proposta che non si può rifiutare”! Ma siamo sicuri che l’offerta sia davvero così vantaggiosa?

Molto spesso riceviamo richieste di chiarimento da parte dei nostri clienti in merito a queste offerte, che quasi sempre risultano essere incomplete o poco trasparenti. Per chiarire meglio il problema che ci troviamo costantemente ad affrontare, riportiamo un caso concreto recentemente trattato. Per un’impresa con consumi di gas metano contenuti (circa 75.000 m3/anno, adoperati quasi interamente per il riscaldamento invernale) abbiamo confrontato il prezzo ottenuto per l’anno termico 2015/16 dall’impresa, con quella di un’associazione di categoria che aveva contattato in seguito l’impresa.
Le condizioni contrattuali erano le stesse (prezzo fisso, formula monomia, nessuna penale per superamento della Capacità giornaliera, nessun obbligo di consumi minimi e nessun conguaglio sulla percentuale di consumi invernali rispetto ai consumi complessivi).

Da una prima analisi il prezzo già ottenuto dall’impresa appariva decisamente più alto di quello proposto nella nuova offerta. Da un’analisi dettagliata dei contratti è emerso esattamente il contrario. Riportiamo nella pagina seguente uno schema che mostra come il prezzo complessivo confrontabile sia ben diverso da quello mostrato inizialmente.
Il prezzo già ottenuto dall’impresa (28,87 c€/Sm3) è minore di quello offerto nella convenzione dell’associazione di categoria (30,49 c€/Sm3).
Si tratta di una differenza molto elevata, pari a circa 1,6 c€/m3. In termini assoluti, sui consumi dell’impresa presa in esame, si tratta di circa 1.200 € che possono essere anche considerati relativamente pochi, ma l’obiettivo è evidenziare come sia molto importante valutare tutte le condizioni accessorie, non solo il prezzo.

Questo è solo uno dei tanti casi che in questo periodo abbiamo incontrato e pertanto pensiamo possa essere interessante riportarlo, soprattutto per evitare le classiche problematiche che si riscontrano all’arrivo della pri-ma fattura dove il prezzo è inevitabilmente maggiorato rispetto a quello previsto.

Polo Tecnologico per l’Energia mette a disposizione la sua esperienza decennale nel settore del mercato dell’energia per fornire assistenza nella negoziazione di energia elettrica e gas metano.

112 tabella

ALTRE NEWS

CONTATTACI

Polo Tecnologico per l'Energia srl
Via dei Felti, 38
38015 - Lavis TN

Tel. +39 0461 391535
Fax. +39 0461394497

Contattaci via email

GALLERIA IMMAGINI

A breve la nuova galleria immagini PTE...

Scroll to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando le pagine, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione dedicata