Accedi

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami
Lunedì 23 Settembre 2019

Una cabina di regia per l'efficienza energetica

Il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare hanno individuato e stabilito, attraverso il Decreto interministeriale 9 gennaio 2015, sia la composizione che le modalità operative di funzionamento della “cabina di regia” già istituita dal dall’articolo 4, del D. lgs. 4/7/2014, n. 102.


92 LogoMise

 

Ruolo della cabina di regia è quello di garantire un ottimale coordinamento degli interventi di efficienza energetica finalizzate al miglioramento delle prestazioni degli organismi edilizi attraverso l’implementazione di un efficace piano d’azione di medio-lungo termine.

 

 

La cabina di regia 
A comporre la cabina di regia saranno otto membri, di cui quattro nominati dal Ministero dello sviluppo economico e quattro nominati dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. La cabina di regia inoltre si avvarrà dell’ENEA e del GSE per lo svolgimento delle attività del decreto.

Chi riguarda
Ad essere particolarmente coinvolte dal piano d’azione sono le Pubbliche Amministrazioni, stimolate (ed allo stesso tempo obbligate) a mostrarsi attive nella realizzazione di interventi di efficienza energetica sul loro patrimonio immobiliare. La Direttiva 2012/27/UE ha infatti imposto che annualmente, dal 1 Gennaio 2014 e fino al 2020, il 3% della superficie coperta utile totale, degli edifici climatizzati di proprietà dello Stato e da esso occupati, sia ristrutturata per migliorarne il comportamento energetico, fungendo così da buon esempio nei confronti della collettività. Almeno fino a luglio 2015, la quota del 3% sarà calcolata sulla superficie coperta totale degli edifici pubblici con superficie coperta utile totale superiore ai 500 mq e che, alla data del 1 gennaio di ogni anno, non soddisfano i requisiti normativi minimi di prestazione energetica.
L’opportunità di incrementare e implementare ulteriormente gli interventi atti a migliorare le prestazioni energetiche del parco immobiliare pubblico, ribadite proprio dal DM. 9 gennaio 2015, risultano ancora più incentivanti se si pensa che dal 9 luglio 2015, anche gli edifici pubblici con superficie coperta utile totale inferiore a 500 mq, saranno obbligati a migliorare le loro prestazioni energetiche attraverso opportune azioni di miglioramento. Nello specifico anche quelli con superficie coperta utile totale superiore a 250 mq dovranno adempiere agli obblighi precedentemente descritti.

I ruoli della cabina di regia
    • Assicurare e coordinare le misure per l’efficienza energetica attivate attraverso il Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica e il Fondo della Legge 296/2006.
    • Attivarsi nella promozione di azioni di formazione e di supporto alla predisposizione dei progetti, favorendo sinergie con le Regioni per sviluppare omogeneamente l’efficienza energetica sul territorio nazionale.
    • Stimolare il mercato dei servizi energetici attraverso il dialogo con operatori del settore e con istituzioni bancarie e finanziarie, interfacciandosi inoltre con i Ministeri responsabili e riferendo almeno due volte l’anno al Ministro dello sviluppo economico e al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio con ipotesi di ulteriore promozione e sviluppo coordinato delle politiche di settore.

 Il Decreto Legislativo 102/2014 ha inoltre sottolineato come, per la realizzazione degli interventi, le pubbliche amministrazioni centrali debbano favorire il ricorso allo strumento del finanziamento tramite terzi e ai contratti di rendimento energetico, avendo anche la possibilità di avvalersi di una o più Energy Service Company (ESCo).


ALTRE NEWS

CONTATTACI

Polo Tecnologico per l'Energia srl
Via dei Felti, 38
38015 - Lavis TN

Tel. +39 0461 391535
Fax. +39 0461394497

Contattaci via email

GALLERIA IMMAGINI

A breve la nuova galleria immagini PTE...

Scroll to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando le pagine, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione dedicata