Accedi

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami
Lunedì 3 Agosto 2020

Parte il "Fondo Kyoto", un tasso agevolato per gli edifici scolastici pubblici

350 milioni di euro verranno destinati ad edifici scolastici pubblici per interventi di riqualificazione energetica.


93 scuolaNel mese di marzo è cominciato l’iter di un importante decreto del Ministro dell’Ambiente, attualmente alla firma dei Ministri dell’Economia, dello Sviluppo Economico e dell’Istruzione, il cosiddetto “Fondo Kyoto”. Tale provvedimento, realizzato nell’ambito dello “Sblocca Italia” prevede la concessione di prestiti ad un tasso agevolato dello 0,25%, la metà del tasso previsto per i finanziamenti del fondo di Kyoto, per interventi finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici scolastici pubblici. I milioni prelevati dallo “Sblocca Italia” per poter realizzare questo decreto saranno 350 e, secondo Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di missione per l'edilizia scolastica di Palazzo Chigi, saranno possibili almeno 700 interventi. I finanziamenti potranno essere utilizzati dai Comuni e dalle Province possessori di immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica, compresi gli asili nido, e gli edifici d’istruzione universitaria e di alta formazione artistica, musicale e coreutica.
93 fondo kyotoIl primo passo per ottenere il prestito a tasso agevolato è la redazione della diagnosi energetica dell’immobile e successivamente la predisposizione per la certificazione energetica. Gli interventi attuati dovranno garantire un miglioramento di almeno due classi energetiche in tre anni, pena la revoca del finanziamento, mentre la durata complessiva degli interventi di analisi, monitoraggio, audit e diagnosi energetica, per i quali verranno stanziati 30 mila euro per ogni edificio, è massimo 10 anni. Gli interventi invece, non potranno superare un milione di euro se riguardano solo gli impianti e due milioni di euro se comprenderanno anche la riqualificazione di tutto l’edificio.
I criteri e le modalità di erogazione dei prestiti verranno definiti entro 90 dall’entrata in vigore del decreto; i finanziamenti saranno erogati tenendo conto dell’ordine cronologico di ricezione delle richieste.

Commenta così il Ministro Galimberti: “Diventa finalmente operativo un provvedimento che ritengo di grande importanza perché da una risposta su tre temi chiave per il nostro paese: scuola, ambiente e lavoro. Avremo scuole più efficienti e più sicure per i nostri ragazzi, risparmieremo in termini energetici e di costi di gestione e daremo lavoro a molte aziende in un settore come quello della green economy che rappresenta la filiera privilegiata del futuro”.

ALTRE NEWS

CONTATTACI

Polo Tecnologico per l'Energia srl
Via dei Felti, 38
38015 - Lavis TN

Tel. +39 0461 391535
Fax. +39 0461394497

Contattaci via email

GALLERIA IMMAGINI

A breve la nuova galleria immagini PTE...

Scroll to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando le pagine, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione dedicata