Accedi

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami
Giovedì 3 Dicembre 2020

Il nuovo Attestato di Prestazione Energetica (APE)

Dal 01/10/2015 sono entrate in vigore le nuove Linee Guida Nazionali per l’attestazione della prestazione energetica (APE) degli edifici.


121 nuova ape

Cambiano le regole per l’attestazione della prestazione energetica e di seguito riportiamo alcune delle novità introdotte che riguardano:

  • l’introduzione di un APE unico per tutto il territorio nazionale, con una metodologia di calcolo omogenea, al quale le Regioni dovranno adeguarsi entro due anni. Il nuovo APE dovrà contenere la prestazione energetica globale dell’edificio, sia in termini di energia primaria totale che di energia primaria non rinnovabile; la qualità energetica del fabbricato, ai fini del contenimento dei consumi energetici per il riscaldamento e il raffrescamento; i dati relativi all’uso di fonti rinnovabili, le emissioni di anidride carbonica e l’energia esportata. L’indice di prestazione energetica globale, espresso in energia primaria non rinnovabile, determinerà la classe energetica dell’edificio;
  • Le classi energetiche passano da sette a dieci, dalla A4 (la migliore) alla G (la peggiore);
  • Il certificatore dovrà effettuare almeno un sopralluogo presso l’edificio o l’unità immobiliare e dovrà indicare nell’APE le proposte per migliorare l’efficienza energetica, distinguendo gli interventi di ristrutturazione importanti dagli interventi di riqualificazione energetica ed informando l’interessato sugli incentivi disponibili per realizzarli;
  • l’introduzione di uno schema di annuncio di vendita e locazione che uniforma le informazioni sulla qualità energetica degli edifici, e istituisce un database nazionale dei certificati energetici (SIAPE);
  • vengono rafforzati gli standard energetici minimi per gli edifici nuovi e per quelli ristrutturati, in modo da arrivare a realizzare gli Edifici ad Energia Quasi Zero previsti dalla Direttiva 2010/31/UE. In particolare gli edifici di nuova costruzione e quelli sottoposti a ristrutturazioni importanti saranno confrontati con un edificio di riferimento, identico per geometria, orientamento, ubicazione e destinazione d’uso. Sarà quindi più facile accertare il rispetto dei requisiti minimi;
  • l’introduzione di schemi di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell’applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici. Gli schemi sono diversi in base alle diverse tipologie di opere eseguite: nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti, riqualificazioni energetiche.

Infine, resta confermata la validità di 10 anni dell’APE.

 

CONTATTACI

Polo Tecnologico per l'Energia srl
Via dei Felti, 38
38015 - Lavis TN

Tel. +39 0461 391535
Fax. +39 0461394497

Contattaci via email

GALLERIA IMMAGINI

A breve la nuova galleria immagini PTE...

Scroll to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando le pagine, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione dedicata